Sull’opinione pubblica

Ciò che si chiama “opinione pubblica” è strettamente connesso con l’egemonia politica, è cioè ¨ il punto di contatto tra la “società  civile” e la “società  politica”, tra il consenso e la forza. Lo Stato quando vuole iniziare un’azione poco popolare crea preventivamente l’opinione pubblica adeguata, cioè organizza e centralizza certi elementi della società  civile… L’opinione pubblica è il contenuto politico della volontà  politica pubblica che potrebbe essere discorde: perciò esiste la lotta per il monopolio degli organi dell’opinione pubblica: giornali, partiti, parlamento, in modo che una sola forza modelli l’opinione e quindi la volontà  politica nazionale, disponendo i discordi in un pulviscolo individuale e disorganico.

A. Gramsci, Quaderni dal carcere (Quaderno 7)

Share on Facebook

Lascia un commento