Conflitto di interessi

Ieri sera, durante la trasmissione “Report” dedicata al problema dell’auto in Italia, il primo blocco di annunci pubblicitari era composto per 3 spot su 7 da pubblicità automobilistica (Toyota, Peugeot, Hyundai).
Prima riflessione: se Henry Ford non sapeva quale era il 50% per cento di budget che veniva buttato, i soldi investiti in questi 3 spot lo sono di sicuro.
Seconda riflessione: dove sono finiti i piani-mezzi mirati, i software che eliminano gli sprechi, ecc.?
Terza e ultima: lo stesso spettatore viene convinto di più da un’ora di buon giornalismo televisivo o da un 15″” di pubblicità spettacolare?

Share on Facebook

Lascia un commento